Il Gatto Siberiano 

Il gatto siberiano ha una lunga storia documentata da abitante delle vaste foreste siberiane che risale al 17esimo secolo.

Nei secoli questa razza si è adattata al duro clima della Siberia come nessun altra razza ha saputo fare.

Il Siberiano è una delle più antiche razze feline selezionata naturalmente dal gatto selvatico delle foreste russe.

Prime menzioni storiche risalgono attorno all'anno 1000 d.C quando i contadini ed i commercianti russi si occuparono per primi dei gatti siberiani che servivano per proteggere le coltivazioni di grano dai piccoli roditori ed uccelli.

Erano quindi molto importanti e utili in un paese vasto e rurale come la Russia dell'epoca.

Sono inoltre note competizioni a mosca fra negozianti per stabilire chi avesse il gatto più grande e robusto.

 Il popolo russo ama i gatti e in particolare il gatto siberiano che ritroviamo nel folklore russo nelle favole quale protettore dell'infanzia e aiutante magico che mostra la via verso nuovi orizzonti oltre le normali percezioni sensoriali.

Fu soltanto dopo la seconda guerra mondiale che la razza fu integrata nella città di San Pietroburgo (in epoca sovietica Leningrado) ove ratti e topi si erano moltiplicati smisuratamente. Le prime registrazioni di gatti di razza siberiana presso associazioni feline sovietiche ebbero luogo nel 1987 a San Pietroburgo e successivamente a Mosca.

Uscita dalla nativa Russia negli anni '90, successivamente al crollo dell U.R.S.S e alla conseguente liberalizzazione dei mercati, questa razza è stata riconosciuta dalla TICA e dalle altre associazioni feline internazionali e quindi ammessa alle gare sia nelle varianti cromatiche classiche che in quelle color point altrimenti dette Neva Masquerade con gli stessi criteri di standard.

Neva Masquerade

Il termine "siberiano Neva masquerade" indica un gatto di razza siberiano caratterizzato dalla variante cromatica detta colour point.

I primi esemplari Neva sono stati presentati come nuova razza a Leningrado / San Pietroburgo attorno agli anni '40-'50.

Il loro nome deriva dal fiume Neva che attraversa con i suoi canali la città di San Pietroburgo, mentre Masquerade deriverebbe dalle feste in maschera delle famiglie benestanti della " Venezia Russa " oltre che per la tipica colorazione color point.

Vengono anche chiamati con l'appellativo di "perle della siberia"

Il Gatto Ipoallergenico

La FelD1 felina è la proteina che si trova nella saliva del gatto il quale leccandosi la deposita sul pelo.

Il siberiano produce questa proteina in una quantità nettamente inferiore a quelle delle altre razze perciò viene definito ipoallergenico.

Ipoallergenico non vuol dire anallergico, infatti se pur in minima parte la proteina viene comunque prodotta, ma essendo in quantità meno concentrata non scatena reazioni allergiche se non in soggetti ultra sensibili.

Se siete in dubbio sulla vostra reazione siamo a disposizione per un test coccoloso con i nostri gatti siberiani.

E' molto importante scegliere un gatto siberiano puro con pedigree altrimenti si perda  questa qualità. 

 

Quadro Siberiano 

 

 

Anche il più piccolo dei felini, il gatto, è un capolavoro. "Leonardo Da Vinci"